Topo domestico

Mus domesticus

Il Topo domestico (il quale, secondo recenti studi, apparterrebbe alla specie Mus domesticus – Schwarz et Schwarz, 1943 – dalle caratteristiche diverse da quelle del Mus musculus – Linnaeus, 1758 – specie localizzata nei Paesi bacino del Danubio cui precedentemente si assimilava) è originario delle steppe dell’Asia centrale e si è rapidamente diffuso in gran parte del mondo grazie all’azione di trasporto operata dall’uomo. È il roditore più diffuso negli insediamenti umani, siti ideali nei quali trova protezione ed ampia disponibilità di cibo. Estremamente curioso verso tutti gli oggetti ed i luoghi che incontra lungo il suo percorso, non manifesta la tradizionale diffidenza del Ratto e tende perciò ad assaggiare nel corso della sua attività quotidiana un gran numero di fonti alimentari diverse, dalle quali attinge piccole quantità di cibo, piuttosto che sfruttarne interamente una sola. Questo suo peculiare comportamento lo porta a rosicchiare scatole, buste e contenitori di vario genere, causando danni di gran lunga superiori al suo effettivo fabbisogno giornaliero.
L’attività del Topo domestico, che in natura è prevalentemente notturna, negli ambienti umani si estende anche durante le ore di luce, soprattutto nelle zone oscure ed indisturbate. Inoltre, a differenza dei Ratti, il Mus domesticus tende a rimanere immobile se il suo nascondiglio è minacciato, facilitando così il suo involontario trasporto da un locale all’altro all’interno di contenitori ed imballaggi.

Caratteristiche

Il Topo domestico è un piccolo roditore che va dai 6 ai 9 cm di lunghezza (esclusa la coda) e può arrivare ad un peso di 30 grammi. Il suo mantello è di colore bruno-grigiastro sul dorso e grigio chiaro sul ventre. Gli occhi e le orecchie, che sono sprovviste di pelo, sono entrambi abbastanza sviluppati. Il muso è stretto ed appuntito. La coda, più corta del corpo e quasi senza pelo, è grigia uniforme e può arrivare a 10 cm di lunghezza.

Riproduzione

Il potenziale riproduttivo del Mus domesticus è molto elevato: raggiunge la maturità sessuale precocemente, tra le 5 e le 6 settimane di vita, mentre la gestazione è di circa 20 giorni. Le femmine presentano l’estro post partum e cioè sono in grado di accoppiarsi nuovamente subito dopo aver dato alla luce i piccoli, il cui numero per ogni parto è compreso tra 4 ed 8. Ciascuna femmina può avere da 5 a 10 parti all’anno. Inoltre, in presenza di condizioni ambientali favorevoli e soprattutto all’interno degli edifici, dove la temperatura è costante, la riproduzione prosegue durante tutto l’arco dell’anno.

Alimentazione

In natura questo roditore si ciba prevalentemente di prodotti di origine vegetale come semi, frutti, radici, foglie e steli, o di piccoli insetti, come ad esempio blatte e larve. In ambiente antropico si nutre pressoché di qualsiasi alimento disponibile, finanche di materiali come colla e sapone.
Rispetto ai Ratti, solitamente diffidenti verso i cibi non abituali, durante la sua attività quotidiana il Topo domestico tende a visitare un gran numero di fonti alimentari, traendo da ciascuna di esse solo una piccola parte del suo fabbisogno alimentare. Se ne sono presenti poche, visita ciascuna di esse più volte, prelevando solo quantitativi di cibo ridotti, consumati in loco o trasportati in un’altra locazione più tranquilla.
Il Mus domesticus è infine caratterizzato da un fabbisogno idrico molto ridotto ed è perciò in grado di sopravvivere a lungo senza accedere all’acqua, sostentandosi unicamente di quella contenuta nei cibi.

La Scheda

Rischio minimo

Dominio: Eukaryota

Regno: Animalia

Phylum: Chordata

Subphylum: Vertebrata

Superclasse: Tetrapoda

Classe: Mammalia

Sottoclasse: Theria

Superordine: Euarchontoglires

Ordine: Rodentia

Sottordine: Myomorpha

Famiglia: Muridae

Genere: Mus

Specie: M. domesticus

Sottospecie: M. domesticus domesticus

Lunghezza: 6 – 9 cm

Coda: 5 – 9 cm

Peso: 10 – 30 g

Unità sociale: gruppo

Topo domestico

Topolino comune

Sorcio

House mouse

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report sull’utilizzo della navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.